22 luglio 2008  4

Blogbabel riapre: una breve analisi sui nuovi servizi

Web 2.0 

Blogbabel ha riattivato il servizio. Sospeso qualche mese fa in seguito ad una querelle a cui avevano partecipato alcuni suoi iscritti, nonchè nomi illustri, del panorama della blogosfera italiana, il nuovo volto del più famoso aggregatore di blog del belpaese si presenta con una grafica rinnovata, semplice e pulita come lo era anche la precedente, e con alcune nuove funzionalità già in essere, più altre in cantiere.

Non mi dilungherò troppo su cosa è Blogbabel o su cosa vorrebbe o dovrebbe essere: molto sinteticamente rappresenta innanzitutto un servizio di aggregazione e di raggruppamento dei contenuti di tutti i blog iscritti ad esso, e che si classifica nella categoria dei cosiddetti memetracker (come ad esempio Technorati o Wikio, giusto per citare alcuni tra i più noti).

Per molti, Blogbabel è stato un punto di riferimento solo per la sua classifica: fonte di notti insonni per alcuni o di escamotage per la sua scalata per altri, ha rappresentato probabilmente, ma non solo per questo, uno dei motivi per cui i suoi amministratori, sfiniti dalle critiche e dalle accuse, avevano deciso la sospensione dei servizi del portale.

La nuova versione sembra dargli una minore importanza; sono leggermente cambiati i parametri di calcolo (con l'esclusione di alcuni coefficienti, come il Google Pagerank ed i Feedreaders, che in passato avevano agevolato improbabili scalate) e sono stati introdotti dei filtri per impedire la valutazione di articoli contenenti un numero spropositato di collegamenti ipertestuali e limitare il fenomeno delle "catene di Sant'Antonio" che avevano spopolato nei mesi passati. Anche il posizionamento dell'advertising è stato operato in maniera più omogenea con il layout ed è senz'altro meno invasivo rispetto a prima.

OneComics - Federico Fieni 2008: Referenze da blogger
OneComics © Federico Fieni 2008: Referenze da blogger

Non mi dilungherò ulteriormente sulla classifica, alla quale ho sempre dato un importanza minimale essendo affascinato, come tecnico nonchè addetto ai lavori, più ai servizi a valore aggiunto aderenti agli standard del web 2.0 ( o anche 3.0, dato che adesso se ne sta parlando in maniera più consistente).

Sotto quest'ultimo aspetto è stata fatta qualche variazione con alcune piccole modifiche sul profilo di ciascun blog iscritto e sul meccanismo di presentazione delle discussioni.

Alla scheda tecnica di ciascun blog sono state aggiunte le sezioni relative ai Post più citati, Blog preferiti, Preferito da (ovvero i blog che danno la preferenza al sito medesimo) e Siti Preferiti. E' evidente che le categorie insiemistiche appena citate vengono desunte dal mero calcolo delle ricorrenze dei link presenti nei feed esaminati, distinguendo tra blog e siti e/o portali istituzionalizzati o istituzionalizzabili. Questo calcolo a mio avviso però non è indicativo perchè, da quello che mi è sembrato di capire, tiene conto solo delle ricorrenze contenute negli articoli estrapolati dal feed che, generalmente, pubblicano solo un sottoinsieme degli ultimi post pubblicati. Ciò comporta che il dato calcolato sia di tipo relativo e non assoluto (a meno che non venga tenuta memoria, col passare del tempo, delle occorrenze calcolate).

Trovo semanticamente errate inoltre le etichette Blog preferiti o Preferito da che andrebbero sostituite con Blog linkati e Linkato da (anche se orribile a dirsi e/o a leggersi): la presenza ripetuta di più link all'interno di un sottoinsieme di articoli riferiti allo stesso indirizzo, non è indice assoluto della preferenza dell'autore per i medesimi, ma solo un'indicazione relativa. Discorso analogo per i cosiddetti Siti preferiti (informazione che, personalmente, rimuoverei del tutto).

Noto, condividendo il pensiero di Wolly, che la maggiorparte delle discussioni (o meme) vengono generate (o calcolate) sempre in base a notizie pubblicate dalle principali testate di news on line. A quando discussioni più focalizzate all'interno del circuito dei blog, anche non di grido? Putroppo però questo è un problema più attribuibile agli autori dei contenuti che a dei limiti dell'aggregatore (che ovviamente nulla può in tal senso): sarebbe necessaria una maggiore predisposizione dei blogger italiani all'apertura delle proprie discussioni anche al di fuori delle proprie community di fedelissimi, superando l'ancestrale paura, tutta italiana, di perdere lettori allargando i propri confini.

Sfortunatamente noto ancora la mancanza al supporto dei nuovi social services ormai supportati dalla maggior parte delle odierne e più diffuse piattaforme di blogging: si potrebbe implementare il supporto ai nuovi formati relativi al web sematico come FOAFW, SIOC ed APML che potrebbero dare un valore aggiunto alle informazioni prelevate da ciascun blog inquadrandone ulteriormente la loro collocazione all'interno della blogosfera e agevolando il passaggio al cosidetto e idealizzato web 3.0.

Un ulteriore analisi potrebbe essere fatta sul flusso dei commenti, che sono la vera forza delle discussioni in rete al di là dei semplici rimandi (link) tra i vari post. Si potrebbe ideare un meccanismo per isolare la propogazione di ulteriori linee narrative proprio dal raggruppamento dei commenti correlati a ciascuna discussione.

Le possibili prospettive sono ovviamente tantissime. Mi auguro (e sono fiducioso in questo) che lo staff di Blogbabel, che è composto da persone esperte nella materia ed altamente preparate, si concentri maggiormente sul potenziamento del portale proponendo servizi sempre più a valore aggiunto, piuttosto che all'allestimento di difese mirate alla protezione della classifica da eventuali raggiri.

E' evidente che proprio per evitare quest'ultima ipotesi, è necessaria oltre che la collaborazione anche una grande dimostrazione di maturità da parte di tutti.

Esprimi il tuo giudizio

Commenti (4) -

Traffyk
Traffyk
23 lug 2008 alle 00:13  01
E le polemiche dove sono?? Foot Pensavo peggio Cristiano Laughing
Cristiano
Cristiano
23 lug 2008 alle 17:40  02
@ Traffyk:
Generalmente al posto di polemiche (sterili e inutili) preferisco formulare critiche costruttive Wink

notoriousxl
notoriousxl
24 lug 2008 alle 15:55  03
Il primo link è sbagliato (e anche quello di Technorati) ;)
Cristiano
Cristiano
24 lug 2008 alle 16:13  04
@ notoriousxl:
Grazie per la segnalazione. Correggo subito i refusi Laughing

Pingbacks and trackbacks (1)+

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti