30 maggio 2008  2

Cellulare con fotocamera digitale integrata o fotocamera digitale con integrato il cellulare ?

Mobile 

C-280-0 E' questa la domanda che mi sono posto leggendo le recensioni pubblicate in rete qualche giorno fa relative al K-Touch C280, ennesimo dispositivo cinese dalla caratteristiche, fino a qualche tempo fa, incredibili, presentato al CHITEC '08.

Il dispositivo ospita addirittura un'ottica Canon da 8 Megapixel supportata da un processore Canon Digic III: lo zoom è naturalmente di tipo ottico fino ad un ingrandimento 3x,  mentre la sensibilità può raggiungere i 1600 ISO. Il tutto supportato da un sistema di flash Xenon (comune sulle macchine fotografiche ma raro sui radiotelefoni) con sistema di rilevazione automatica dei volti.

Relativamente standard la dotazione della sezione cellulare dell'oggetto: quadri banda GSMW/GPRSW, BluetoothW, display TFT da 320 x 240 pixel a 260.000 colori, memoria interna da 4 Gbyte con accluso slot di espansione MicroSD, connettiviyà USBW . Come sempre elevatissima l'autonomia dei dispositivi orientali: batteria da 1300 mAh per un'autonomia di 10 ore in conversazione e 350 ore in stand-by. Da sottolineare la costante assenza su questi prodotti "made in china" del supporto all'UMTSW.

C-280 dorso con obiettivo
C-280 in obliquo 
Le foto pubblicate sono copyright di AVING.network

L'apparato, completamente bianco in perfetto stile iPhoneW come detta adesso la moda, dal punto di vista del fattore di forma assomiglia a tutti gli effetti ad una macchina fotografica digitale compatta (priva ovviamente di mirino ottico).

Tornando al quesito in argomento mi chiedo quanto possa essere utile un dispositivo ibrido di questa natura soprattutto data l'assenza, per la parte telefonica, del supporto di un protocollo di trasmissione ad alta velocità, assolutamente necessario per l'invio di foto con la risoluzione supportata (che anche compresse possono avere un peso non indifferente in termini di dimensioni in byte).

C-280 display e tastiera 
Le foto pubblicate sono copyright di AVING.network

E' evidente che la tecnologia sta spingendo sempre di più sull'integrazione monocentrica di tutti quei dispositivi che sono ormai diventati "dotazione standard" dell'utente medio che, al giorno d'oggi, sembra che non possa uscire di casa senza avere sotto mano la sua macchina fotografica digitale, il suo lettore mp3W, il suo telefono cellulare, il suo GPSW, e chi più ne ha più ne metta. Basti pensare anche a come il mercato dell'abbigliamento si stia adeguando a queste necessità commercializzando giacche e giubbotti già predisposti per ospitare adeguatamente tutti questi gadget e renderne agevole il controllo tramite appositi telecomandi, localizzati nei punti strategici del capo stesso.

Personalmente, come appassionato di tecnologia (oltre che addetto ai lavori), non posso che rimanere affascinato da queste meraviglie dell'integrazione spinta, ma dal punto di vista umano resto comunque un pò perplesso da alcuni controsensi che, a volte, rendono questi oggetti assolutamente superflui.

Esprimi il tuo giudizio

Commenti (2) -

Danilo
Danilo
30 mag 2008 alle 21:34  01
Io  preferisco una macchina separata, forse perchè non ho mai sentito l'esigenza, meglio la necessità della macchina fotografica.
Cristiano
Cristiano
30 mag 2008 alle 23:09  02
@ Danilo:
Anch'io: e possibilmente una fotocamera che abbia anche la modalità manuale e non solo quella automatica, per poter gestire in maniera più creativa gli scatti.

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti