6 febbraio 2008  14

Criteo Autoroll: uno strumento ormai inutile ?

Plug-in / Web 2.0 

logo_criteo Queste riflessioni nascono da uno studio effettuato durante gli ultimi 4 (quattro) mesi di utilizzo del citato widgetW opportunamente configurato e posizionato nella sidebar di questo blog.

Anzitutto è necessario definire esattamente che cosè Criteo Autoroll. Cito testualmente quanto pubblicato tra le FAQW del sito omonimo:

Criteo AutoRoll è un widget per blogs che mostra i links ad altri blogs ai quali i tuoi lettori dovrebbero essere interessati. Basato sulle affinità di ogni sincolo lettore con ogni blog specifico, il Recommendation Engine di Criteo elaborerà in tempo reale l'affinità relativa tra tutti i blogs e mostrerà automaticamente la classifica Top 10 dei blogs selezionati coi relativi indirizzi.

Mentre riguardo al suo specifico funzionamento, gli autori del prodotto spiegano:

Tracciamo il numero di visite di ogni singolo lettore su ogni blog che ha installato Criteo AutoRoll. Questo avviene attraverso un cookie e non richiede alcuna azione da parte del visitatore. L'informazione quindi viene inviata al Recommendation Engine di Criteo, che elabora le affinità del blog in tempo reale. Più spesso un lettore visita un blog specifico, maggiore sarà la sua affinità con questo blog. La formula esatta che genera l'affinità è tenuta segreta per prevenire ogni forma di abuso. Attraverso il Predictive Engine di Criteo, determiniamo e mostriamo per ogni singolo blog la sua momentanea affinità con tutti gli altri blogs che hanno installato Criteo AutoRoll.

L'obiettivo dello strumento in questione dovrebbe essere quello di mostrare a rotazione il linkW relativo al proprio sito all'interno di un circuito di affiliati (e virtualmente affini dal punto di vista tematico) al fine di aumentarne le visite in ingresso.

Da verifiche effettuate sul campo, il principio di funzionamento descritto è sostanzialmente reale: si nota infatti quasi sempre una discreta coerenza (salvo rari casi) tra gli argomenti trattati dai siti che vengono mostrati a rotazione sul proprio, e quelli dove invece viene mostrato quest'ultimo.

Esistono però due problemi di fondo:

  • Il primo è che il numero di impression (cioè il numero di volte che il link al nostro sito viene mostrato sugli altri affiliati) è direttamente proporzionale al numero di pageview (e di conseguenza visite) che il sito ospitante ottiene su base giornaliera o mensile.
    Ciò significa che se un sito che ha già un alto numero di pageview (o visite) entra nel circuito, automaticamente, nel giro di breve tempo otterrà un alto numero di impression anche a discapito di chi appartiene al circuito da molto tempo ma ha delle statistiche di accesso quantitativamente inferiori.
  • Il secondo è che a questo sistema è associata una classifica, anzi più classifiche, basate sul numero di visite uniche mensili che il widget è in grado di generare per ciascun sito.
    Ho definito questa situazione come un problema perchè sembra che da un pò di tempo a questa parte, il fine ultimo di molti blog, webzine o strumenti di editoria collaborativa sul web, sia quello di scalare le medesime al fine di aumentare la propria visibilità ed il proprio presenzialismo in rete.
    Il tutto a discapito, purtroppo, della cura della qualità dei contenuti, che tendono ad essere più "quantitativamente" importanti che di adeguato "spessore".

Inizialmente, lo strumento di Criteo non era particolarmente diffuso, o perlomeno era utilizzato principalmente da siti o blog con un numero di accessi unici più o meno confrontabili, o non particolarmente elevato: il sistema, nel giro di due o tre mesi era in grado di garantire effettivamente un numero di visite in ingresso quantificabile in uno 0,02 ~ 0,04 % (questo dati sono presi a campione su alcuni esempi reali) del numero di impression generate nel circuito.

Successivamente, lo strumento ha cominciato a diffondersi maggiormente, e i siti/blog (ma anche forum o portali di settore) già molto accreditati, avendone verificato l'effettivo riscontro in termini di ampiezza del circuito, hanno deciso di inserirsi in esso.

Il risultato attualmente é abbastanza clamoroso: i "piccoli" blog (mi si consenta l'uso di questo termine) stanno vedendo ridurre progressivamente il numero delle loro impression (e relative visite di concerto) e sono stati "estromessi" dalle classifiche in favore dei "grandi". Infatti la classifica di Criteo adesso è in tutto è per tutto simile ad altre ben note in rete, con gli stessi nomi e, più o meno, gli stessi posizionamenti.

E' evidente che non si può limitare ad un sito l'adesione ad un circuito di advertising in funzione del proprio livello di popolarità: non sarebbe democratico e "politicamente" corretto.

E' altrettanto evidente però che si debbano attivare delle metodologie corrette per una giusta rotazione e controllo delle impression per ciascun affiliato. Questo situazione si potrebbe mediare ad esempio, fissandone un massimo numero mensile, superato il quale il sito non verrebbe più mostrato fino al mese successivo.

Concludendo, allo stato dell'arte, secondo la mia modesta opinione, aderire al circuito di Criteo per un sito o blog che abbia meno di 500 ~1000 accessi al giorno potrebbe esser poco significativo in termini di rientro in termini di visite uniche, peggio ancora se lo si aperto da poco e si è in cerca di uno strumento "semplice" per dare un impulso alla diffusione dei propri nuovi contenuti

Esprimi il tuo giudizio

Commenti (14) -

Alex2000
Alex2000
06 feb 2008 alle 18:34  01
mi stavo appunto chiedendo cosa ancora mi spinge a tenere questi inutili (almeno allo stato attuale) strumenti.
DadoBonsai
DadoBonsai
06 feb 2008 alle 18:35  02
Infatti Geekissimo se lo poteva risparmiare di andare su Criteo, adesso è dappertutto...
annarita
annarita
06 feb 2008 alle 19:24  03
In effetti, Cris, le tue considerazioni sono realistiche al 100%. Questi strumenti come Criteo e altri consimili alla fine peccano sempre in quelle caratteristiche che possano assicurare equità nell'utilizzo del servizio medesimo!

E' un vero peccato...
Redemption
Redemption
06 feb 2008 alle 21:37  04
In fin dei conti basterebbero pochi controlli in più per migliorarlo...
Cristiano
Cristiano
06 feb 2008 alle 23:23  05
@ Alex2000:
Appunto, forse se venissero contestualmente rimossi da tutti coloro che non ne traggono benefici per i motivi già citati, forse qualcosa potrebbe cambiare Wink

@ DadoBonsai:
Il problema è che sul circuito di Criteo si sono inseriti anche portali, webzine e newsmagazine che con i blog hanno poco a che vedere IMHO.

@ annarita:
Il WEB 2.0 dovrebbe essere all'insegna della Web Democracy e non una gara a chi mostra più muscoli. Non vedo collaborazione, condivisione o uguaglianza in questi pseudo gadget.
E' stata senz'altro migliore l'idea di Raffaele di aprire un forum collaborativo con i blogger e per i blogger.

@ Redemption:
- Un tetto massimo alle impressions.
- Maggiori controllo sugli affiliati.
- Esclusione di chi non rispetta o cerca di aggirare le regole.

Chi suggerisce soluzioni alternative ?
Traffyk
Traffyk
07 feb 2008 alle 17:34  06
Soluzioni?
Mostrare i link di siti con molte visite su siti con molte visite e lasciare i piccolini con i piccolini e i medi con i medi Laughing

Mi dispiace ma l'idea l'ho brevettata e non ve la potete rivendere Laughing
Cristiano
Cristiano
07 feb 2008 alle 23:36  07
Traffyk ha scritto:
Mostrare i link di siti con molte visite su siti con molte visite e lasciare i piccolini con i piccolini e i medi con i medi

Non mi sembra la strada giusta: in questi modo favorisci ulteriormente chi ha un notevole afflusso di visite e penalizzi chi ne ha di meno.
Forse dovrebbe essere l'inverso ...
notoriousxl
notoriousxl
08 feb 2008 alle 11:36  09
In effetti sto riscontrando un calo, soprattutto a febbraio:

Dicembre: 134 visite (88 unici); 108850 impression
Gennaio: 117 (74); 92449
Febbraio: 0 (0); 23519

Febbraio è aggiornato al 7... e credo sia il sintomo di quanto descrivi sul tuo blog... ;)
webfruits
webfruits
08 feb 2008 alle 12:53  10
Condivido pienamente la tua analisi. Proprio qualche giorno fa, infatti, in occasione del restyling ho eliminato il widget dal mio blog.
Per quanto riguarda il discorso su collaborazione, condivisione o uguaglianza, credo siano concetti che funzionano benissimo in teoria e sulla carta, ma nella pratica è evidente che classifiche e sindromi  da presenzialismo diffuse hanno sovente la meglio.  Quando la competizione si fa  "selvaggia" non è possibile a mio avviso preservare né democraticità né qualtià. Giudizio apocalittico e molto poco integrato...  
Overlord
Overlord
08 feb 2008 alle 14:28  11
Interessante articolo, in effetti non avevo mai visto il tutto in questi termini, anche se ultimamente stavo l'effettiva efficienza di questo prodotto.
Cristiano
Cristiano
09 feb 2008 alle 00:38  12
@ notoriousxl:
Fino al mese scorso ero anch'io nella Top 100 italiana di Criteo, fino a scivolare lentamente all'ultimo posto per poi scompaire a febbraio.
Considera che questo blog, benchè poco visitato, genera ogni giorno da 1000 a 2500 pageview, immagina quindi che giro di impressions possono avere i siti che compaiono solo nella classifica italiana :-P

@ webfruits:
Cosa che farò presto anch'io Wink
Io credo ancora in quei concetti e mi piace pensare che ci credano ancora in tanti (utopia?)
Cara Sonia, il tuo giudizio non è apocalittico, ma solo disilluso, come del resto ormai la maggiorparte di noi che facciamo questo mestiere con la stessa passione di un tempo... :-(
P.S.: sono stato davvero molto felice della tua visita Smile

@ Overlord:
Osserva l'andamento degli ultimi mesi: scoprirai cose molto interessanti ...
Daniele Salamina
Daniele Salamina
11 feb 2008 alle 14:49  13
Condivido quello che hai scritto e non ho nient'altro da aggiungere.
La soluzione che proponi è corretta!
Danilo
Danilo
11 feb 2008 alle 21:48  14
Io ho la mezza idea di eliminare tutto questi servizi, ultimamente le visite provenienti sono crollate, non sono mai state alte, però non capisco questo improvviso calo.
DownloadSoftwareFree
DownloadSoftwareFree
12 dic 2008 alle 09:05  17
La Tua analisi dello strumento e relative deduzioni riportate, hanno aiutato a fare maggiore chiarezza sulla situazione per molti di noi.
Un saluto.

Pingbacks and trackbacks (3)+

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti