3 settembre 2009  11

Installare Windows 7 RC sull’Asus EeePC 1000H

windows_7_logo L’ormai imminente Windows 7 rappresenta per Microsoft la sua ultima occasione di riscatto. L’attuale Windows Vista è stato un clamoroso fallimento soprattutto in ambito aziendale, ma non solo. Molti utenti privati, delusi dalle prestazioni e dall’instabilità del sistema, hanno preferito tornare al più anziano Windows XP, quando non hanno deciso addirittura di migrare verso sistemi operativi alternativi come LinuxW o Mac OS XW.

Windows 7, pur basandosi sul core di Vista, è un oggetto sostanzialmente differente. Anzitutto è molto meno esoso di risorse (sia hardware che software) ma è anche decisamente più stabile, oltre che concettualmente più pulito ed immediato nell’accesso ad alcune funzionalità che con il sistema precedente richiedevano un numero eccessivo di passaggi.

La cosa che ha stupito maggiormente e che, al tempo stesso, ha dimostrato la volontà di Microsoft di volere migliorare sotto ogni aspetto il proprio sistema operativo, soprattutto con la partecipazione diretta degli utenti, è stata la scelta di consentire la prova del prodotto a tutti, dalla prima Beta Release fino alla Release Candidate.

Personalmente, nel corso degli ultimi mesi, ho installato entrambe le versioni su personal computer differenti, sia di recente costruzione, che decisamente più datati, riscontrando un effettivo e sensibile miglioramento nelle prestazioni e nella stabilità del sistema, non solo rispetto a Windows Vista ma anche all’ormai vetusto (ma sempreverde) Windows XP.

L’ultimo test che mancava all’appello era la prova su un netbookW; per questo motivo, approfittando del recente upgrade a 2 Gbyte della RAM del mio Asus EeePC 1000H, ho colto l’occasione per un’installazione dell’ultima Release Candidate.

L’installazione

Affiancare un sistema operativo alternativo che possa convivere con la preesistente installazione di Windows XP Home, è un’operazione estremamente semplice, soprattutto in virtù del fatto che Asus fornisce il suo netbook con un disco rigido già suddiviso in 4 partizioni, tutte di tipo primario. Di queste solo due sono effettivamente utilizzabili (le restanti sono riservate per il ripristino dell’installazione originaria di Windows XP, fornita a corredo anche su supporto ottico). Sulla prima è ovviamente installato Windows XP Home, mentre la seconda, delle dimensioni di circa 60 Gbyte, è più che sufficiente per ospitare Windows 7, la cui installazione ne occupa circa 10.

Sia che si desideri effettuare l’installazione da lettore DVD esterno che da pen drive, è necessario ricordarsi di andare a modificare la sequenza di boot dal setup del Bios, in favore del dispositivo scelto. In entrambi i casi è necessario prima collegare quest’ultimo al netbook, accenderlo, quindi accedere al setup del Bios tenendo premuto il tasto F2; se non si rispetta questa sequenza si rischia di non far riconoscere correttamente al computer il dispositivo collegato, come memoria di massa.

Io ho preferito effettuare l’installazione direttamente dal DVD dedicato, tramite un lettore esterno USB. E’ possibile comunque effettuare la medesima operazione tramite un pen drive, avendo cura di utilizzare una utility come ad esempio WinToFlash, che consenta di replicare l’immagine del DVD su di esso e di renderlo al contempo avviabile. E’ opportuno utilizzare un pen drive di capacità pari a 4 Gbyte (la ISO della RC è di dimensioni pari a circa 2,4 Gbyte)

Ad ogni modo, una volta avviata l’installazione del sistema, le informazioni da fornire al programma di setup sono veramente minimali:

  • all’inizio verrà richiesta la lingua di localizzazione del sistema, della tastiera e le opzioni locali (valuta, calendario, unità di misura, ecc.). Mentre per la prima potrà essere scelto solo l’inglese (ad installazione terminata, però potrà essere modificata) per le altre e due è possibile selezionare la lingua italiana.
  • subito dopo verrà chiesta la modalità di installazione. Infatti il sistema avrà rilevato la precedente versione di Windows e chiederà se si vuole procedere ad un aggiornamento o ad un installazione ex novo. E’ necessario selezionare quest’ultima opzione, naturalmente.
  • una volta fatto questo, si dovrà scegliere la partizione (primaria) sulla quale copiare il nuovo sistema. Selezionare la partizione da circa 60 Gbyte non occupata già dal sistema operativo preesistente.
  • a questo punto verrà avviato il trasferimento di tutti i file necessari. Il tempo di attesa è variabile in funzione del dispositivo di installazione scelto: utilizzando un lettore DVD esterno si guadagnano diversi minuti rispetto ad un pen drive.
  • prima del termine dell’installazione, il sistema richiederà l’Activation Key ricevuto dopo aver effettuato il download della RC di Windows 7 dal sito Microsoft. Quindi chiederà di assegnare una username ed una password per l’accesso al PC, oltre che un nome da assegnare a quest’ultimo.

Complessivamente, il tempo necessario per completare tutte le fasi appena descritte è di circa 20 minuti. Il programma di installazione rileva e riconosce automaticamente tutte le periferiche attive, incluse le interfacce di rete ethernetW, Wi-FiW e BluetoothW. A tal proposito è necessario che, come già detto, esse siano attive: se malauguratamente siano state disattivate (ai fini del risparmio energetico) utilizzando Windows XP, prima di procedere con l’installazione di Windows 7, è necessario provvedere alla loro riattivazione.

Se durante l’installazione dell’interfaccia wireless viene anche rilevata una rete Wi-Fi (ad esempio corrispondente alla nostra rete domestica) collegata ad internet, dopo l’inserimento della Activation Key, la nostra copia di Windows 7 verrà automaticamente registrata ed attivata. 

Al termine dell’installazione e dal primo ravvio, verremo accolti da un boot manager che consentirà di scegliere il sistema operativo da eseguire. Windows 7 è, ovviamente la selezione di default.

E’ necessario che il netbook, al momento del primo avvio con la nuova versione di Windows, possa accedere ad internet tramite collegamento fisico (porta ethernet) o Wi-Fi; questo perchè dovrà essere messo in grado di procedere automaticamente con gli aggiornamenti del sistema necessari per completare la corretta configurazione della macchina.

Il sistema è inizialmente in lingua inglese, ma è possibile localizzarlo nella lingua italiana tramite la voce Change Display Languages, presente nel Pannello di Controllo, dedicata al cambio della lingua di visualizzazione. Cliccando sul pulsante Install/uninstall languages, è possibile cambiare la lingua di default (inglese), scaricando ed installando da Windows Update le lingue desiderate e successivamente selezionando quella di propria preferenza. Sfortunatamente questa operazione impiega un tempo quasi pari a quello dell’installazione dell’intero sistema operativo.

Windows 7 change languages - 1 Windows 7 change languages - 2
Windows 7 change languages - 3

Windows 7 riconosce senza problemi praticamente tutte le periferiche presenti sull’Asus EeePC 1000H. Al primo avvio, Windows Update provvederà immediatamente ad aggiornare i driver della scheda video integrata nel chipset 945GSE: questo potrebbe causare degli sfarfallii dello schermo che spariranno del tutto una volta completato l’aggiornamento. L’interfaccia Aero viene attivata automaticamente e gli effetti grafici vengono riprodotti in maniera assolutamente accettabile.

Successivamente sarà necessario solo scaricare dal sito Asus, ed installare, il pacchetto di driver e funzionalità ACPI denominato ATK, necessario per la gestione dei tasti funzione dedicati al controllo del volume, della luminosità del display, del risparmio energetico, ecc. Il pacchetto è disponibile solo per Windows XP, ma è perfettamente compatibile ed installabile anche sul nuovo Windows 7.

Allo stesso modo è necessario scaricare, ed installare, sempre dallo stesso sito, anche i driver per il Touchpad, per poter abilitare le funzionalità multitouch.

Asus ATK drivers Asus ATK drivers

Una volta completate queste ultime due operazioni, avremo un netbook perfettamente configurato e funzionante con il nuovo sistema operativo di casa Microsoft.

Uno sguardo a prestazioni e compatibilità

La disponibilità di 2 Gbyte di RAM a bordo del netbook sicuramente giova alle prestazioni complessive del sistema. In realtà, una volta completatone l’avvio, Windows 7 occupa, nella mia configurazione, circa 600 Mbyte di memoria, lasciando ipotizzare un buon margine operativo anche a sistemi (standard) equipaggiati con solo 1 Gbyte.

A onor del vero, però, non ho effettuato prove sul mio Eeepc 1000H con questo quantitaivo minore di memoria, ma solo con dei PC desktop che, comunque, hanno mostrato una reattività più che accettabile.

Il tempo di avvio è leggermente superiore a quello ottenuto con Windows XP. Di contrasto, la reattività ed il lancio delle applicazioni si è dimostrato più rapido, soprattutto Internet Explorer 8.

Ho utilizzato ed utilizzo normalmente Skype, tutta la suite Windows Live, OpenOffice 3.1, Avira Antivir Personal, oltre che Microsoft Visual Web developer 2008 Express ed altre piccole utility. Il sistema non si è mai bloccato tranne una volta in cui ho tentato l’accesso ad una risorsa condivisa, guarda caso, proprio su un PC equipaggiato con Windows Vista; il problema è stato comunque imediatamente risolto terminando il processo incriminato dal task manager, senza compromettere l’integrità complessiva del S.O.

La cosa che mi ha stupito maggiormente è stata la buona reattività di Aero (in rapporto alle scarse e ben note prestazioni del sottosistema grafico integrato) e la “discreta” velocità ottenuta nella riproduzione di filmati (autoprodotti) in HD 720p. A tal proposito ho constatato con piacere la presenza di default del codec H.264W necessario per la riproduzione di tale tipologia di video.

In conclusione, Windows 7 potrà tranquillamente equipaggiare i netbook prossimi venturi al posto dell’attuale Windows XP Home. E’ presumibile ipotizzare che i prossimi dispositivi (complice anche il costo ormai irrisorio dei moduli di memoria) saranno equipaggiati fin dall’inizio con 2 Gbyte di RAM, mentre sarà opportuno se non assolutamente necessario dotarli di interfacce grafiche decisamente più performanti per poter godere al massimo non solo della nuova interfaccia Aero ma, soprattutto, anche di tutte le funzionalità multimediali (visione di film, ascolto di musica, ecc.), senza dover gravare eccessivamente sul processore di sistema.

Esprimi il tuo giudizio

Commenti (11) -

mauro
mauro
03 set 2009 alle 20:53  01
Ciao vorrei aggiornare anche io la ram del mio eeepc 1000ha puoi darmi qualche consiglio?
Cristiano
Cristiano
03 set 2009 alle 21:35  02
@ mauro:
Leggi la guida che ho pubblicato in merito:
www.cristianofino.net/.../...-1000H-a-2-Gbyte.aspx
alessio
alessio
14 set 2009 alle 14:53  03
quando installo il sistema operativo mi chiede dei driver. hai idea di che genere di driver mi possa chiedere?
Cristiano
Cristiano
14 set 2009 alle 16:24  04
@ alessio:
A me non è successo. Gli unici driver che potresti aver bisogno di installare sono quelli relativi alle funzionalità ACPI ed al Touchpad ma, come già scritto nella guida, si possono aggiungere a sistema operativo installato.

Sei sicuro di installare la RC di Windows 7 ? Perchè so che con la release precedente si poteva avere qualche problemino in fase di setup iniziale ...
alessio
alessio
14 set 2009 alle 20:31  05
forse sarà perché ho la versione rtm? ora provo con una rc e poi vediamo. GRAZIE!
Rhajam
Rhajam
25 nov 2009 alle 13:00  06
Ciao,

ho installato Windows 7 sul 1000H. Nulla da dire, onestamente non mi aspettavo un risultato del genere. Devo notificare però due problemi:
1) la webcam non viene rilevata
2) ho provato a installare Winflash (versione per Windows 7), dovendo aggiornare il bios, e quasi a fine setup mi dice che può essere installato solo su computer Asus... ???

Non so poi se è una mia impressione, ma il segnale del wi-fi mi sembra un po' più debole
Cristiano
Cristiano
25 nov 2009 alle 14:10  07
@ Rhajam:
1) Non so che dirti, la mia webcam è stata rilevata correttamente senza l'installazione di driver esterni. Prova a reinstallare i driver per XP scaricandoli dal sito Asus (dovrebbero essere compatibili)
2) Non ho provato ad installare WinFlash (non lo uso nemmeno con XP), quindi non ti saprei consigliare in merito.
3) La sensibilità del wi-fi mi sembra nella norma: io non ho rilevato anomalie. Approfondirò l'argomento Wink
Domenico
Domenico
15 gen 2010 alle 10:59  08
salve a tutti,
grazie per la guida... però io ho un piccolo problema:  ho intenzione di installare win7 sul mio eeepc1000hd con la pen drive.. dopo aver portato il sistema operativo su pen drive tramite wintoflash ed al momento di scegliere le partizioni da installare (tutte ormai formattate) mi viene fuori il messaggio:

Impossibile creare una nuova partizione di sistema o individuare una partizione di sistema esistente. Vedere i file registro di installazione per ulteriori informazioni.

non riesco ad andare avanti ragazzi, come posso fare?? confido nel vostro aiuto..
ciao a tutti
Cristiano
Cristiano
15 gen 2010 alle 23:27  09
@ Domenico:
Per installare Windows 7 è necessaria una partizione di sistema. Evidentemente hai modificato il partizionamento originario dell'Eepc ed hai una sola partizione primaria (quella su cui hai il sistema operativo esistente) ed una (o più) estese.
michele
michele
23 gen 2010 alle 12:52  10
ciao domenico... vedo che hai sempre la risposta pronta... io ho installato win 7 sul mio eeepc 1000h e non mi da qualche comando della tastiera ES. tenendo premuto il tasto fn e contemporaneamente il tasto F2 dove ho anche il disegnino wi-fi non mi da segni di attivazione o disattivazione wi-fi
antoruoc
antoruoc
12 feb 2010 alle 15:50  11
Salve, complimenti per la guida.
Ho installato i driver e sono perfettamente funzionanti, l'unica cosa che non va è la notifica dell'attivazione del caps lock (tasto catenaccio).
Sapreste indicarmi come risolvere il problema?
Grazie

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti