7 ottobre 2007  6

MonsterID: una simpatica alternativa a Gravatar

Una delle funzionalità più pittoresche che caratterizzano la maggiorparte dei sistemi di blogging in uso su internet, è quella di poter associare ai visitatori intenzionati a lasciare dei commenti, un immagine identificativa, il cosiddetto avatar. Questa immagine identifica virtualmente e univocamente il soggetto e viene riproposta ogni qualvolta lo stesso lascia nuovamente dei commenti sul sito medesimo.

Le modalità di assegnazione dell'avatar spaziano a seconda del tipo di servizio scelto dal'autore del blog: alcuni sistemi proprietari consentono al visitatore di registrarsi all'interno della community del sito e di associare al proprio profilo, oltre ai dati standard quali nikname, indirizzo di e-mail, sito web e altro, anche un'immagine scelta o da un lista predefinità già disponibile oppure trasferita tramite upload. Questi sistemi naturalmente sono vincolati al sito di registrazione e identificano l'utente solo su quest'ultimo.

Per ovviare a questo inconveniente molti preferisono utilizzare servizi quali MyBlogLog di Yahoo! (che ora sta migrando verso Yahoo! ID), Gravatar (Globally Recognized Avatar: uno dei più diffusi) ed altri: questi sistemi consentono di utilizzare lo stesso avatar su tutti i siti che adottano il medesimo standard e consentono quindi una maggiore portabilità, ma sarebbe meglio dire globalizzazione, della propria "identità digitale".

Il meccanismo di associazione dell'immagine all'utente è generalmente legato all'indirizzo di e-mail: Gravatar, ad esempio, genera una chiave univoca basata su una codifica con chiave di criptazione MD5 legata alla stringa che identifica quest'ultima.

Molti sistemi di blogging si affidano a plug-in multi-centrici per la gestione degli avatar: in sintesi effettuano diverse interrogazioni sui servizi più noti che offrono la possibilità di creare la propria identità digitale, fino a reperire il profilo corretto. Nel caso in cui l'utente non si sia registrato su nessun servizio on line, allora gli viene genericamente assegnata un'immagine che indica un accesso anonimo, generalmente uguale per tutti coloro che hanno una tale tipologia di accesso. In alcuni casi viene associata un'immagine all'indirizzo di e-mail del visitatore, prelevandola a caso da una piccola collezione dedicata allo scopo: in tal modo alle visite successive lo stesso utente potrà lasciare commenti mostrando in abbinamento la medesima immagine.

Ma le immagini non possono essere moltissime e prima o poi finiscono. In questo contesto si inserisce l'algoritmo di creazione del cosiddetto MonsterID. Questa procedura consente di creare un personaggio a partire da 6 caratteristiche univoche: un corpo, una bocca, gli occhi, le gambe, le braccia e la capigliatura. Il "mostro" viene creato in tempo reale combinando 6 immagini relative alle parti anatomiche citate, prelevate da una collezione dedicata a ciascuna tipologia: ad esso viene poi associato un codice (ricavato da una codifica di un indirizzo IP o meglio ancora un indirizzo E-Mail) che lo identifica univocamente e viene preso come riferimento per impedirne la clonazione.


Esempi di mostri

Questo metodo consente di generare in tempo reale degli avatar sempre differenti, permanentemente associati all'utente e sostanzialmente affini dal punto di vista "anatomico": il numero di combinazioni è direttamente proporzionale alla consistenza numerica delle collezioni di immagini utilizzate. Le possibilità d'uso sono molteplici:

  • alternativa all'uso di un'immagine fissa assegnata agli utenti anonimi di una community (da sostituire ad esempio all'immagine statica utilizzata da Gravatar)
  • utilizzo come "mostro del giorno" (o quello che volete voi) all'interno dell'home page di un sito per un qualunque scopo. L'algoritmo può essere utilizzato per assemblare qualunque tipo di entità; infatti è sufficiente cambiare le collezioni di immagini per creare dei fiori, dei super-eroi, dei robot, dei loghi, ecc.
  • generatore automatico di avatar per quei blog che non vogliono fare ricorso ai servizi già citati. Allo scopo è stato implementato da Marko Mrdjenovič un webservice dedicato.

Naturalmente esiste anche un plug-in per gli utenti di WordPress, mentre Alexander Schuc ha realizzato un HttpHandler per ASP.NET 2.0 che è stato implementato nella release 1.2 di BlogEngine.NET che adesso supporta Gravatar, MonsterID o una combinazione di entrambi (se l'utente non ha un Gravatar associato gli viene automaticamente associato un MosterID, creato in tempo reale e posto in una cache per non dover essere poi ricreato al momento del successivo riutilizzo). Questo sito adesso, dopo l'aggiornamento a BlogEngine.Net 1.2, utilizza proprio quest'ultima soluzione.

Tutte le informazioni relative al progetto le potete trovare nel blog di Andreas Gohr, dove potrete trovare anche un esempio di codice PHP dedicato alla creazione del mostro.

Esprimi il tuo giudizio

Commenti (6) -

Traffyk
Traffyk
10 ott 2007 alle 00:40  01
Davvero molto simpatico questo sistema però i mostri sono davvero troppo bruttini Laughing ehehehe si dovrebbero sviluppare vari tipi di personaggi e/o figure ma credo che verrà fatto che ne vale la pena ;)
Cristiano
Cristiano
10 ott 2007 alle 10:43  02
Ci stiamo lavorando. Con questo semplice metodo si possono assemblare diverse tipologie di avatar. Puoi provarci anche tu perchè è semplicissimo.
Traffyk
Traffyk
10 ott 2007 alle 14:59  03
Ehehe se trovo un bel set di immagini pronte (la grafica non è il mio forte) mi ci metto a sbizzarrirmi un po.. ma prima ho un esame di matematica da superare Tong il mio incubo Laughing
Cristiano
Cristiano
10 ott 2007 alle 15:39  04
Allora, in bocca al lupo !
claudio
claudio
18 ott 2007 alle 10:41  06
Ho implementato questo sistemino un pò di tempo fa e l'ho tenuto per un bel pò.
Poi però mi sono stancato ed è finita in soffitta la monster edition del mio template Laughing
Se però fate qualche set nuovo magari ci ripenso però...
Cristiano
Cristiano
18 ott 2007 alle 12:37  07
A breve metterò a disposizione una nuova collezione di immagini per assemblare personaggi in stile cartoon.

Pingbacks and trackbacks (1)+

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti