13 febbraio 2008  0

Moo.RD: un nuovo sistema di sviluppo e le prime demo ufficiali

Moocha, mascotte di moo.rd Grandi novità per il progetto e lo sviluppo della versione 1.3.1 di Moo.RD. Infatti, ancor prima dell'avvio ufficiale dei lavori sulla progettazione e realizzazione del codice, abbiamo deciso di non utilizzare più Dev's Road, il tool creato ad hoc da Riccardo Degni, ma abbiamo migrato tutto l'ambiente di sviluppo sul più potente e performante Trac appoggiandoci su un workgroup creato per l'occasione tramite la piattaforma collaborativa Assembla.

Trac è una applicazione web open source espressamente dedicata alla gestione e tracking delle attività legate ad un progetto software: è molto semplice da usare ed è corredata da un sistema di tracciabilità delle versioni e dei bug associati. E' dotato anche di un wikiW e di un interfaccia orientata agli utenti finali del progetto in essere, che consente l'apertura di ticket inerenti segnalazioni di anomalie o richieste di ulteriori implementazioni. Il pacchetto è realizzato dalla Edgewall Software ed è distribuito sotto licenza BSDW modificata.

Il nuovo ambiente di sviluppo di Moor.RD adesso è raggiungibile all'indirizzo: trac2.assembla.com/moord

Naturalmente sono stati aperti di concerto:

Attualmente non è ancora possibile aprire ticket di segnalazione in quanto non è stata ancora completato la scrittura del "core" della nuova libreria. Una volta che sarà stata portata a termine questa attività sarà possibile, anzitutto, scaricare i sorgenti desiderati e, successivamente, inviare tutte le segnalazioni inerenti il reperimento di bachi, richieste di nuove implementazioni e/o migliorie e, perchè no, anche feedback (sia positivi che negativi naturalmente).

Sono però già disponibili le prime pagine dimostrative relative all'uso delle classi Custom.Alert, Custom.Confirm e SmoothScrolling.

Le prime due sono state completamente riscritte da Riccardo: sono entrambe molto flessibili e completamente personalizzabili. Si hanno a disposizione finestre fisse, modali, o "draggabili" (trascinabili con il puntatore del mouse). Ad esse si possono applicare effetti di dissolvenza, trasparenza e luce a piacere.

Per dimostrare la flessibilità dei nuovi oggetti, nelle demo potrete osservare come è estremamente semplice simulare gli stili grafici dei vari sistemi operativi (MacOS, WindowsXP, Windows Vista e Moo.rd) da applicare alle finestre di dialogo.

Con la nuova classe SmootScrolling, applicare effetti di scrolling semplice o inerziale a tutte le ancore presenti in una pagina è un gioco da ragazzi: basta una sola linea di codice. E' anche possibile scegliere se bloccare lo scorrimento nel caso in cui l'utente faccia uso della rotellina del mouse.

Per il momento questo è tutto. Vi invitiamo alla visione delle demo e, come consuetudine, a fornirci tutte le vostre opinioni in merito.

Idee, consigli e suggerimenti sono sempre i benvenuti e non possono che contribuire al miglioramento di questi utilissimi ausili allo sviluppo di pagine web sempre più ricche e dinamiche.

Esprimi il tuo giudizio

Pingbacks and trackbacks (2)+

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti