4 giugno 2008  5

OpenSolaris: la potenza di Solaris adesso disponibile per tutti nella sua versione open source per piattaforma i386

opensolaris_logo_trans Quando si nomina Sun Microsystems, non si può fare a meno di pensare a Solaris, uno dei più famosi sistemi operativi basati su UnixW.

Nato inizialmente come SunOS, di diretta derivazione BSD e basato quindi su UNIX System VW (sviluppato ai tempi in collaborazione con AT&TW, fu ridenominato Solaris dalla Sun agli inizi degli anni '90. Fu una delle prime distribuzioni Unix ad essere corredata anche di un interfaccia grafica avanzata basata su un ambiente multitasking a finestre.

Solaris ha sempre avuto un'ottima reputazione di stabilità e robustezza; unita al suo eccellente supporto per le architetture multiprocessore è, a memoria, una piattaforma solida e sicura da sempre adatta al'impiego su workstation professionali.

La potenza di Solaris è ora disponibile anche per il mondo Open SourceW. Dalla fine di gennaio 2005, Sun ha avviato il progetto OpenSolaris, cominciando a rilasciare alcune componenti del suo sistema sotto licenza CDDL (Common Development and Distribution License).

Il mese di maggio 2008 può essere considerato a tutti gli effetti una data storica per Sun: segna infatti il suo passo decisivo nel mondo del software libero con il rilascio della prima versione stabile di OpenSolaris, che è stata per l'occasione battezzata OpenSolaris 2008-05.

Basata su SunOS  5.11 è un prodotto assolutamente interessante: offre, al pari di Ubuntu 8.04, un'interfaccia desktop basata su GNOMEW 2.2 e può vantare il supporto al file system a 128 bit Zfs (sviluppato appunto da Sun), che non solo permette un controllo sull'integrità dei dati con checksum a 64 bit, ma offre anche delle prestazioni assolutamente di rilievo utilizzano un metodo di scrittura transazionale a oggetti (copy-on-write).

OpenSolaris Info Box

Insomma, la potenza di Solaris è ora disponibile e "testabile" da tutti: inoltre la distribuzione viene effettuata mediante il download dell'immagine ISO di un Live-CD che consente, pertanto, anche di provare in maniera del tutto indolore il prodotto, prima di procedere alla sua installazione.

E' interessante notare come Sun si sia preoccupata di rilasciare prima la versione per architetttura i386W che per piattaforma SPARCW (tecnologia storicamente associata al nome di Solaris e SunOS), release che verrà comunque resa disponibile nei prossimi mesi: è evidente che si cerca di puntare sulla massima penetrazione possibile nell'attuale parco installato, che vede ormai il predominio di Intel ed AMD.

Per motivi storici e nostalgici (è stato uno dei primi sistemi Unix con cui ho avuto a che fare in passato) ho dovuto assolutamente provare OpenSolaris e ne sono rimasto decisamente entusiasta.

I requisiti hardware minimi richiesti sono ormai alla portata di tutti: architetttura x86 a 32 o 64 bit, 512 Mbyte di RAMW ed uno spazio su disco di almeno 10 Gbyte. Qualunque PC entry level correntemente in commercio (e anche quelli un pò più datati) gode ampiamente delle caratteristiche richieste ed è in grado di eseguire OpenSolaris con estrema soddisfazione.

OpenSolaris Login
OpenSolaris Firefox 2.0

Personalmente ho eseguito il mio test creando una macchina virtuale, mediante VirtualBox, eccellente prodotto open source di virtualizzazione lato desktop (è stato anch'esso acquisito da Sun, ragion per cui presenta anche il supporto a Solaris). Ad ogni modo ho anche provato il Live-CD sia su una macchina com processore AMD che su una con processore Intel senza alcun problema di sorta.

Nonostante l'uso su una macchina virtuale, la sensazione che si ha è quella di una reattività e velocità incredibile, direttamente proporzionale alla RAM a disposizione ed alla velocità delle memorie di massa. Un unico appunto che mi sento di fare riguarda l'assenza nell'installazione di base della suite OpenOffice: essendo anch'esso un prodotto di Sun, mi sono estremamente meravigliato nel notarne la mancanza. Presenti invece tool inusitati, quali un'applicativo per la sincronizzazione con il proprio PDA.

Le considerazioni da fare sono tantissime: le riservo per i prossimi articoli che ho intenzione di dedicare a questo interessantissimo prodotto, tra cui anche un guida all'installazione su macchina virtuale mediante VirtualBox.

Una piccola dritta per quanto riguarda l'installazione: nel malaugurato caso in cui, durante il boot da Live-CD, sia richiesto un login utente, è possibile utilizzare l'utente standard jack (con password jack), mentre la password di root è opensolaris.

Al momento il mio consiglio è quello di scaricare OpenSolaris e di provarlo: credetemi, ne vale assolutamente la pena.

Esprimi il tuo giudizio

Commenti (5) -

Notorious
Notorious
04 giu 2008 alle 20:41  01
Interessante! Smile
Le periferiche le riconosce bene? (accelerazione 3D, etc...) Parlo del livecd, ovviamente! ;)
Paolo Bee
Paolo Bee
04 giu 2008 alle 22:27  02
Le mie esperienze basate su sistemi Unix si limitano solo a Mandriva, Fedora ed ora ad Ubuntu. Mi rendo conto di non aver mai approfondito opportunamente le altre distro Linux come ad esempio OpenSolaris, motivo per cui sarò prossimo all'installazione sul mio caro e "storico" portatile, oramai diventato una vera e propria macchina dedicata ai test dei vari sistemi operativi!! ;)

P.S. per un attimo leggendo mi è sembrato di trovarmi ad una lezione di S.O.!! (Bei ricordi eh?) Laughing
Cristiano
Cristiano
05 giu 2008 alle 08:46  03
@ Notorious:
Assolutamente: ovviamente c'è un elenco di dispositivi supportati in continua evoluzione.
Il live-cd supporta di default, ad esempio, i driver nativi per le schede grafiche geForce (accelerazione inclusa). Smile

@ Paolo Bee:
OpenSolaris non è una distribuzione Linux perchè non è basato su Linux ma su SunOS (ovvero Solaris): diciamo che è più parente stretto di Unix rispetto a Linux stesso.
Ad ogni modo si tratta di due prodotti diversi: infatti su di esso girano al momento tutte le applicazioni disponibili per Solaris (che sono comunque tantissime). Wink
kar
kar
18 ott 2008 alle 16:03  04
certo per l' avvio e decisamente sporco...pensate gente ..... quanti ragazzi pensate che useranno opensolaris? gia dal boot di avvio e un casino figuriamoci il sistema anche se  a pensarci bene assomiglia tanto a kanotix ..... una copia di knoppix .....pensata gente
Giovanni
Giovanni
26 feb 2009 alle 17:52  05
@ kar:

Se per te è difficile rimani su windows...se lo ritieni migliore

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti