12 giugno 2008  8

Ottimizzare la gestione dei commenti in un post: prove tecniche di navigazione

navigation La maggiore soddisfazione che si può ottenere gestendo un blog è sicuramente l'attiva partecipazione dei lettori tramite la scrittura dei commenti. Quando il loro numero comincia a diventare consistente per ciascun post, si pone sicuramente il problema di una gestione più agevole degli stessi soprattutto per ciò che concerne la fruibilità.

Generalmente, infatti, l'autore di un articolo si pone come primo obiettivo quello di renderne il contenuto nel miglior modo possibile sia in termini di accessibilità che di "navigabilità". Sfortunatamente, l'aspetto e la forma dei commenti sono un parametro assolutamente non controllabile (a meno di correzioni o eventuali "censure") perchè dipendenti, naturalmente, dal "modus operandi" del visitatore interessato a lasciare il proprio contributo sull'argomento trattato.

Gli aspetti sui quali è possibile intervenire per aumentare la frubilità della discussione, risultano pertanto indirizzabili principalmente su una migliore modalità di consultazione dei vari interventi, unita magari, ad una particolare metodologia che consenta di individuare a colpo d'occhio le tematiche proposte più interessanti.

Il contributo dei lettori è fondamentale: allo stesso modo è necessario metterli a proprio agio nel partecipare alle discussioni fornendogli strumenti aggiuntivi di navigazione e valutazione. La scelta opportuna di queste metodologie può sicuramente agevolare una maggiore tendenza alla partecipazione ed al commento.

L'uso della comment toolbar (plugin che ho realizzato sia per WordPress che per BlogEngine.NET) aiuta molto nella precompilazione dei commenti di risposta ad interventi esistenti. L'ottimo riscontro ottenuto in termini di gradimento da parte dei miei lettori, mi ha convinto che una delle strade da percorrere per migliorare la consultazione dei commenti è senz'altro quella di una migliore navigabilità degli stessi.

Comment Toolbar Preview

Per questo motivo ho aggiunto in via sperimentale alla comment toolbar, un ulteriore gruppo di pulsanti (link) che consente di muoversi agevolmente tra i vari commenti con un semplice click. E' possibile spostarsi sul primo intervento della lista, sull'ultimo, sul precedente od il successivo: il tutto è naturalmente sperimentabile direttamente sulle pagine di questo blog.

L'operazione, però non mi sembra del tutto sufficiente: la migliore navigabilità dovrebbe potersi associare ad esempio, anche a degli strumenti che possano consentire di individuare più facilmente i contributi più interessanti, associandovi ad esempio un punteggio di pertinenza calcolato in base ad un algoritmo da definire (e sul quale mi piacerebbe avere il maggior numero possibile di suggerimenti).

Per questo motivo vorrei aprire una piccola discussione in merito alle possibili implementazioni e migliorie che si potrebbero aggiungere alla comment toolbar: il giudizio finale resta senz'altro nelle mani di "chi" (voi lettori) deve usare lo strumento e non di "chi" (il sottoscritto), al contrario, deve realizzarlo.

Esprimi il tuo giudizio

Commenti (8) -

GuadagnoBlog
GuadagnoBlog
12 giu 2008 alle 15:05  01
Pensa che ho letto di alcuni che suggerivano di scrivere un commento anonimo sul proprio blog in modo da invogliare i lettori a lasciarne altri che, con questo sistma, non erano i primi per quel post.
Cristiano
Cristiano
12 giu 2008 alle 16:59  02
@ GuadagnoBlog:
Si è una tecnica di "auto promozione" abbastanza nota (anche se deprecabile). Wink
Paolo Bee
Paolo Bee
13 giu 2008 alle 10:30  03
Dare un'interpretazione semantica ai commenti non è facile.
Forse si potrebbe provare ad inserire un sistema di votazione per ogni singolo commento riguardante la pertinenza dello stesso nell'ambito dell'articolo ..
webfruits
webfruits
13 giu 2008 alle 11:34  04
Sono giorni che mi ripropongo di installare la comment toolbar. Basta, devo provarla :-D Purtroppo non posso inserirla su Webfruits (che utilizza dBlog), ma la inserirò su un altro mio blog Wordpress.  Procedo Wink
Cristiano
Cristiano
13 giu 2008 alle 12:38  05
@ Paolo Bee:
Ho visto qualcosa del genere su altri CMS e/o sistemi di Blog Authoring. Si potrebbe fare: solo che mi sembra molto dipendente  dalla fidelizzazione del lettore o sbaglio ?
Avevo ipotizzato un sistema di attribuzione di un "valore" del commento basato su un rapporto tra il numero di parole in esso contenuto ed il numero di parole contenute nel post.
Cosa ne pensate?

@ webfruits:
Invece puoi inserirla anche su WebFruits ! Smile
Ti basta seguire (e adattare, ma questo non credo che sia un problema per te Wink ) la vecchia guida che avevo scritto in "tempi remoti" per quotare i commenti usando Javascript ed HTML:
www.cristianofino.net/.../...menti-in-un-post.aspx
webfruits
webfruits
13 giu 2008 alle 15:43  06
Davvero? Allora grazie mille per il suggerimento, mi vado a leggere a guida Smile
Paolo Bee
Paolo Bee
13 giu 2008 alle 22:03  07
@ Cristiano:

No, non sbagli assolutamente, però c'è da dire che non può neanche essere veritiero un algoritmo che si basa su quel rapporto. Anche io avevo pensato ad una soluzione del genere, ma poi l'ho scartata poichè non è detto che se una determinata parola è ripetuta un determinato numero di volte allora il commento è pertinente: si potrà sicuramente concludere dicendo che si sta parlando dello stesso argomento ma è difficilmente deducibile quanto quest'ultimo sia legato al post di partenza. Sbaglio? Smile
Cristiano
Cristiano
13 giu 2008 alle 23:20  08
@ Paolo Bee:
Ovviamente il tuo ragionamento non fa una grinza.
In realtà, però, io avrei calcolato un rapporto di tipo ancora più generico, non basato sul reperimento di determinate keyword, ma molto più semplicisticamente sul rapporto complessivo.
Se ad esempio, contando le parole di un post, ottengo un numero P (escludendo tutti i termini minori o uguali di 3 caratteri perchè semanticamente non pertinenti) e posto Ci il numero di parole calcolato con lo stesso metodo per ciascun commento, potrei ipotizzare che un commento sia più significativo rispetto ad altri, più è alto il rapporto tra Ci e P (il massimo sarebbe uno e corrisponderebbe ad un commento lungo praticamente quqnto il post stesso :-D ).
E' un metodo senz'altro privo di basi semantiche, ma fondato esclusivamente sul presupposto che più il commento è lungo e più si suppone esponga un concetto maggiormente approfondito.
Questo approccio convince maggiormente ?

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti