8 settembre 2009  0

Pillole di Windows 7: il nuovo Microsoft Paint

Sistemi Operativi 

windows_7_logoLa commercializzazione di Windows 7 è ormai imminente. A partire dal 22 ottobre 2009 sarà possibile acquistare la versione completa del nuovo sistema operativo Microsoft che, nonostante quanto vociferato nelle ultime settimane, includerà Internet Explorer 8.

In attesa che Windows 7 sia disponibile al grande pubblico, voglio dedicare qualche piccolo e breve articolo introduttivo su alcune funzionalità minori (o apparentemente poco rilevanti) presenti nel nuovo sistema, che sicuramente verranno apprezzate sia dai power user che dai newbieW

Microsoft Paint

Uno dei più grandi difetti di Microsoft Windows è, da sempre, l’assenza di programmi di produttività individuale nelle installazioni standard, problema parzialmente risolto solo con il rilascio di Windows Vista, anche se solo nelle sue release più accessoriate, come ad esempio la Premium Home.

Il software di editing delle immagini, denominato Microsoft Paint, è sicuramente uno degli applicativi più “deboli” a corredo: immutato nel codice e nell’aspetto per moltissimi anni, allo stato dell’arte risulta ormai sostanzialmente inutilizzabile e inadatto anche per effettuare le operazioni più banali, costringendo l’utente a ricorrere a software di terze parti.

Finalmente Windows 7 reca a corredo un Paint nuovo di zecca e gestito tramite un’interfaccia utente basata su RibbonW, come Microsoft Office 2007.

Windows 7: Paint ribbon 1 Windows 7: Paint ribbon 2

Intendiamoci, nulla di rivoluzionario: non è possibile effettuare fotoritocco od operazioni complesse, però è possibile inserire forme vettoriali (con effetto di antialiasingW), utilizzare pennelli di varie forme ed associati a differenti effetti di tracciamento sull’immagine (pastello, pennarello, acquerello, ecc.) e gestire in maniera più agevole sia i formati di esportazione che la clipboard.

Windows 7 Paint: formati di esportazione

Siamo sicuramente lontani anni luce anche dal più semplice applicativo di grafica, sia esso open source o freeware, ma rispetto a quanto offerto prima è sicuramente tutto grasso che cola.

Perlomeno adesso è possibile utilizzare il software in dotazione per le operazioni più basilari, come ad esempio la gestione ed il successivo salvataggio di screenshot del sistema, azioni che prima costringevano anch’esse a ricorrere all’ausilio di programmi di terze parti.

Esprimi il tuo giudizio

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti