19 maggio 2009  0

Prova Sonorix A1: un elegante vivavoce bluetooth portatile per auto con sensore gravimetrico

Mobile / Tecnologia 

sonorix-a1-6 Il Sonorix A1 è un dispositivo in tecnologia bluetoothW che può essere utilizzato in due modalità differenti: come kit mani libere per auto o come altoparlante vivavoce da tavolo. Non nego che, quando mi è stata proposta la prova del prodotto in questione da FastShopping.eu, ho espresso una certa perplessità nei confronti del medesimo, soprattutto in virtù delle poche informazioni in possesso sulla casa costruttrice che lo distribuisce (a me del tutto sconosciuta).

Invece, appena preso contatto con il Sonorix A1, mi sono immediatamente reso conto di avere tra le mani un prodotto di un certo livello qualitativo, decisamente al di sopra della media.

Anzitutto il packaging trasmette una sensazione di eleganza e di robustezza inusitate. La confezione è realizzata in ottimo cartone serigrafato (non il classico blister da due lire che molto spesso avvolge dispositivi analoghi anche di marca blasonata) e tutti i componenti al suo interno sono disposti in maniera ordinata e ospitati in bustine richiudibili.

sonorix-a1 montato (vista di lato) sonorix-a1 montato (vista frontale)

Il kit vivavoce è realizzato in maniera impeccabile ed è molto elegante nella sua livrea nera bordata di argento. L’ingombro è minimale e non risulta assolutamente invasivo una volta fissato sull’aletta parasole della propria auto. La cura dei dettagli è notevole: la porta in standard miniUSB che permette la carica del dispositivo è protetta da uno sportellino scorrevole, mentre i tasti di accensione, mute e controllo volume sono solidi e ben posizionati.

sonorix-a1 dettaglio presa di alimentazione chiusa sonorix-a1 dettaglio presa di alimentazione aperta

La parte inferiore (o superiore a seconda dell’orientamento) ospita quattro piedini gommati che ne assicurano un posizionamento stabile se usato come vivavoce da tavolo o un buon grip quando montato, tramite l’apposita clip, sull’aletta parasole dell’auto. Lo standard bluetooth supportato è la versione 1.2.

Gli accessori in dotazione sono costituiti da un cavo in standard USB-miniUSB, un adattatore per l’alimentazione da auto con presa USB e la clip di cui sopra. La manualistica è disponibile solo in lingua inglese.

sonorix-a1 contenuto confezione sonorix-a1 vista prospettica

Il vantaggio di poter alimentare il dispositivo tramite la classica porta miniUSB consente di utilizzare ad esempio gli alimentatori da rete già in proprio possesso per poterne effettuare la carica in casa (oltre che in auto). Prova che ho eseguito con successo utilizzando l’alimentatore del mio HTC P3600. Inutile dire che è possibile effettuare la stessa operazione anche collegandolo tramite il cavo USB in dotazione, ad una relativa presa del proprio PC o Notebook.

Il Sonorix A1 è dotato inoltre di uno schermo oled (azzurro), da 128 punti in larghezza per 32 in altezza, che fornisce tutta una serie di informazioni sullo stato del dispositivo, non da ultima la visualizzazione del numero telefonico del chiamante alla ricezione di una telefonata.

La caratteristica più intrigante è però costituita dal sensore gravimetrico: esso consente la rotazione automatica del display a seconda del posizionamento del kit e il conseguente cambio di sensibilità dei due microfoni in dotazione. Se appoggiato su una superficie si imposta la modalità vivavoce: in tal caso la sensibilità microfonica è omnidirezionale. Se invece viene montato in auto sull’aletta parasole, la sensibilità diventa direzionale e tende a raccogliere unicamente il parlato del conducente, escludendo il resto (inclusa eventuale musica di sottofondo proveniente dall’impianto radio di bordo).

Lo stesso sensore, inoltre, consente la riaccensione automatica del dispositivo e la sua riconnessione al telefono cellulare accoppiato appena si accende la macchina o questa si muove. In buona sostanza, il kit vivavoce può essere lasciato sempre accesso: quando si scende dal veicolo e ci si allontana, appena la connessione bluetooth viene meno, esso si spegne automaticamente. Quando si risale a bordo e si accende il motore, si riattiva automaticamente la connessione al device accoppiato.

Il sistema funziona perfettamente è non perde un colpo. Sul manuale si consiglia di spegnere il dispositivo solo se si prevede di non utilizzarlo per più di un mese.

sonorix-a1-3

Ho effettuato un consistente numero di prove e ho accoppiato il kit con ben 4 tipi diversi di smartphone e cellulari: il mio sempreverde HTC P3600, un Samsung Omnia, un Samsung e390 ed un Asus m530W. Tutti hanno funzionato perfettamente ed il Sonorix A1 ha mantenuto memoria di tutti, per cui con qualunque di essi io sia entrato in macchina, la connessione è sempre avvenuta immediatamente e senza alcuna difficoltà.

L’accoppiamento è semplicissimo: si preme in tasto di risposta che è costituito dalla sezione del dispositivo dove è visibile l’icona del bluetooth, e contemporaneamente si accende il medesimo tramite l’interruttore a slitta presente sul lato sinistro del medesimo (o destro a seconda dell’orientamento). Il display, dopo il messaggio di avvio, comunica la disponibilità alla connessione. A questo punto è sufficiente effettuare la scansione con il proprio cellulare o smartphone: il pin di collegamento è il classico codice 0000.

Ho provato il prodotto per un intera settimana: l’audio è forte e nitido con un tendenza ai toni acuti. Ho dovuto regolare il volume al 50% in città. In autostrada, a velocità di codice, è sufficiente portarlo al 60% per avere una qualità eccellente di conversazione. Inutile dire che durante le medesime è possibile non solo regolare il volume dell’altoparlante (potendo anche contare su un indicatore sul display), ma anche quello del microfono.

Il display è perfettamente visibile e risulta proprio all’altezza degli occhi, una volta montato il dispositivo sull’aletta parasole. Si accende solo al momento di una chiamata o alla pressione dei tasti di regolazione del volume o di apertura/chiusura chiamata). E’ un valore aggiunto notevole: personalmente preferisco avere feedback visivi quando regolo uno strumento. Infatti il grosso handicap di molti oggetti analoghi è proprio la mancanza di una feature di questo tipo.

Sfortunatamente, nonostante quanto citato sulla confezione o sul manuale, durante le chiamate, non sono riuscito in alcun modo a visualizzare il nome del chiamante associato in rubrica, ma solo il numero. Ho fatto diversi tentativi, anche anteponendo ai numeri registrati sia sulla SIM che sulla memoria del telefono, il prefisso internazionale, ma con risultati negativi.

La carica completa del dispositivo avviene in circa 3 ore. Successivamente è possibile raggiungere fino a 15 ore di conversazione continuativa per 400 ore di standby. Nel periodo di utilizzo che, ripeto, è stato di 7 giorni, ho mantenuto il dispositivo sempre acceso, contando sul funzionalità relativa al suo spegnimento automatico, effettuando un media di 3/4 telefonate al giorno di media lunghezza; al settimo giorno l’indicatore di carica indicava ancora il massimo valore. Ritengo plausibile pensare che si possa riuscire a caricare il kit vivavoce anche solo una volta al mese facendone un uso non particolarmente intenso.

Il conclusione, il mio scetticismo iniziale, si è trasformato in una notevole soddisfazione per questo kit vivavoce bluetooth. E’ leggero (solo 87 grammi inclusa la clip di fissaggio, 63 grammi senza), elegante (sulla confezione è indicata l’assegnazione dell’iF design award 2008 per  il design), funzionale e, soprattutto, non invasivo una volta montato in auto (si nota appena). Molto utile il display, anche se l’impossibilità nel visualizzare il nome del chiamante se presente in rubrica mi ha lasciato un po’ da pensare.

Incuriosito dal brand, ho esplorato il sito della coreana Sonorix che, a quanto ho visto, si occupa esclusivamente della produzione di dispositivi audio bluetooth, dai vivavoce agli auricolari sia monofonici che stereofonici, con design veramente interessanti e caratteristiche di tutto rispetto.

Al momento il prodotto viene distribuito da FastShopping.eu al prezzo di 45 €.

Esprimi il tuo giudizio

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti