22 aprile 2009  3

Recite: il blocco note vocale secondo Microsoft

Mobile / Tecnologia 

Microsoft Recite Il titolo di questo articolo potrebbe giustamente trarre in inganno. In realtà Microsoft Recite è una interessante tecnologia di ricerca basata sul confronto di pattern sonori finalizzato all’individuazione vocale di un determinato file audio tra una collezione di oggetti del medesimo formato.

Supponiamo ad esempio di avere un certo numero di note vocali registrate su un dispositivo portatile (palmare o smartphoneW): tramite Recite è possibile individuare la nota (o le note) che ci interessa semplicemente pronunciando alcune parole o frasi contenute in essa. Il sistema propone un elenco di possibili match ordinati a seconda del coefficiente di prossimità in ordine decrescente: il più in alto nella lista è verosimilmente quello che corrisponde effettivamente alla nota cercata.

Recite è stato proposto da Microsoft come Tecnology Preview; l’applicazione distribuita, sotto forma di un blocco note vocale, non è altro che un banco di prova per l’algoritmo di matching utilizzato e non vuole essere quindi un prodotto con velleità commerciali (almeno per il momento). Infatti il software, permette solo la registrazione e la ricerca di note vocali e null’altro: il massimo della semplicità e dell’immediatezza.

Registrazione nota vocale Lista cronologica delle note vocali

Personalmente ho avuto modo di provare Recite a febbraio, appena messa on line la prima versione beta, tra l’altro certificata solo per un ristretto numero di dispositivi basati su Windows Mobile. Microsoft ne ha garantito la compatibilità solo dalla versione 6 in poi del suo sistema operativo per palmari e smartphone: in realtà ho verificato il perfetto funzionamento dell’applicazione anche sia su Windows Mobile 5 (sul mio affezionato HTC P3600) che su Windows Mobile 5 per Smartphone (su un i-mate SmartFlip). Anche se non specificato sembra che funzioni perfettamente anche su apparati non compresi nella lista di compatibilità pubblicata.

Ricerca nota vocale Risultati della ricerca ordinati per rilevanza

La primissima release era molto rudimentale e non consentiva nemmeno la rimozione delle note vocali una volta registrate, ma la più recente consente per fortuna di farlo. Essendo una Tecnology Preview, durante l’installazione si viene avvisati che, installandola sul proprio dispositivo, si aderirà al programma di prova dell’applicazione: ciò comporta l’assenso all’invio ai server Microsoft di informazioni sull’utilizzo del prodotto relative all’accuratezza dell’algoritmo di ricerca. Dato che l’invio avviene su protocollo TCP/IPW è bene sapere che lo smartphone potrebbe attivare una connessione dati con conseguente addebito da parte del proprio operatore di rete.

L’accuratezza dell’algoritmo di ricerca è impressionante: ho fatto diverse prove e sono rimasto piacevolmente sorpreso nel constatare che funziona perfettamente anche con la lingua italiana, che ha notoriamente sonorità ben differenti da quella inglese.

Come già ribadito, l’applicativo è solo un banco di studio e non ha particolari finalità utilitaristiche dato che praticamente tutti i dispositivi Windows Mobile sono già dotati da tempo di un sistema di registrazione di note vocali (in buona sostanza non è particolarmente utile).

Ciò che manca è però un sistema di ricerca basato anch’esso sulla voce. Recite lo implementa in maniera egregia ed apre uno scenario interessante per possibilità e future applicazioni.

Nota a margine

La pubblicazione di questa recensione era rimasta nel dimenticatoio per circa un paio di mesi. Una mail di Sanghino che mi chiedeva informazioni su questa tecnologia, mi ha convinto a rispolverare l’argomento e a pubblicare le mie impressioni in merito.

Esprimi il tuo giudizio

Commenti (3) -

Sanghino
Sanghino
22 apr 2009 alle 09:47  01
Grazie per la citazione, non era necessario.

Come sempre l'articolazione e la profondità delle tue recensioni è ottima ed esaudisce in pieno quelle che erano le curiosità esposte nella mia mail. Vorrei dare comunque il mio piccolo contributo alla tua recensione.
All'interno della lista delle FAQ si legge:

Microsoft Recite Technology Preview should run on your phone if you are using Windows Mobile® 6 or higher. The Microsoft Recite Technology Preview application may run on previous Windows Mobile® devices with the Microsoft .NET Compact Framework 2.0 or higher is installed, but this is not a supported configuration. Phones without a directional pad (D-pad) will not be able to use the Microsoft Recite Technology Preview.

Probabilmente il motivo per cui ha funzionato anche sul tuo "vecchio" P3600 con Mobile 5 è la presenza del Framework .NET, ma questo ce lo puoi confermare solo tu.

Buona giornata a tutti.
Cristiano
Cristiano
22 apr 2009 alle 15:15  02
@ Sanghino:
Il P3600 è equipaggiato con Windows Mobile 5.0 AKU 3.0, ciò significa che ha già tra i file di sistema il compact framework .NET 2.0 (idem l'i-mate SmartFlip)

Confermo invece la non compatibilità dell'interfaccia con il touch screen: infatti sul P3600 (che ha uno schermo tattile) è impossibile selezionare le voci di elenco direttamente sullo schermo e bisogna per forza utilizzare il pad direzionale in congiunzione con i tasti funzione.
Ciò dipende dal fatto che il programma è stato progettato per l'uso principalmente con gli smartphone non tattili.
FOSSELLA VITALIANO
FOSSELLA VITALIANO
16 giu 2009 alle 17:40  04
io ho il htc viva ci sono nuovi agiornamenti gratuiti

Pingbacks and trackbacks (1)+

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti