15 febbraio 2010  3

iRex iliad 2nd Edition: una rapida prova, un giudizio sommario

iLiadPersonalmente, non sono molto affascinato dai lettori di eBookW ed ammetto di non essere particolarmente preparato sull’argomento, non tanto sotto il profilo tecnologico, quanto sotto l’aspetto della cosiddetta “user experience”.

Non avendo mai provato nessun modello in maniera continuativa ed essendomi sempre documentato in merito esclusivamente tramite letteratura specializzata o blog di appassionati in materia, la mia prova dell’iLiad (2nd edition) potrà essere sicuramente passibile di obiezioni o critiche feroci.

Proprio in virtù di questa mia, se vogliamo, totale “imparzialità” di fondo, ho accettato volentieri l’offerta di Hermansji, di poter provare “su strada” per qualche giorno un esemplare di iRex iLiad. Infatti, il mio atteggiamento nei confronti di questo lettore di eBook sarebbe stato paragonabile a quello di utente con buona predisposizione all’innovazione tecnologia, ma totalmente a digiuno sotto il profilo dell’esperienza d’uso riguardo questa tipologia di prodotti.

 iLiad - Pennino   iLiad - in collegamento con pen drive USB

Non spenderò molte parole nella mera descrizione di quest’oggetto. E’ sul mercato da molto tempo ed è pertanto ben conosciuto sia dagli addetti ai lavori che dagli utilizzatori finali.

Analizziamolo, quindi, inizialmente dal punto di vista di quelle che dovrebbero essere le principali caratteristiche di un buon lettore di eBook:

  • Avere dimensioni e peso paragonabili a quelle di un comune libro cartaceo: sotto questo aspetto l’iLiad, con le sue dimensioni di 21,7 cm di altezza per 15,5 cm di larghezza ed uno spessore di poco più di un 1,5 cm, risulta estremamente portabile ed, al tempo stesso, non troppo compatto rispetto ad altri modelli proposti dalla concorrenza, a tutto vantaggio della leggibilità dello schermo, di dimensioni veramente generose con il suoi 8,1” di diagonale. Nonostante gli ingombri, il peso di poco superiore ai 400 grammi, è veramente trascurabile.
  • Avere una batteria che consenta svariate ore di autonomia: anche questo requisito viene ampiamente soddisfatto. Il campione mi è stato consegnato con la batteria parzialmente carica e nei tre giorni in cui l’ho avuto in prova, non ho avuto la necessità di ricaricarla, con un seppur minimo utilizzo giornaliero continuativo variabile dalle due alle tre ore.
  • Avere un display che ne consenta la lettura in condizioni di illuminazione del tutto simili a quelle di un normale libro cartaceo: tutti i lettori di eBook utilizzano una particolare tecnologia denominata e-inkW (o e-paper) che permette la realizzazione di un display non retroilluminato che simula in tutto e per tutto la normale carta stampata. Non ho intenzione di dilungarmi sulle caratteristiche di questa tecnologia (ormai nemmeno giovanissima); è una tipologia di display che può mettere inizialmente in difficoltà chi è abituato ai display TFT a retroilluminazione. Se non si è in presenza di sorgenti luminose dirette su di esso, lo schermo e-ink, al pari di un comune foglio di carta, può risultare di difficile lettura. E’ necessario pertanto un minimo di allenamento, forse più mentale che visivo. Sfortunatamente, il display dell’iLiad, nonostante la sua notevole risoluzione di 768 x 1024 pixel a 16 livelli di grigio, non mi ha convinto in quanto a leggibilità, per il suo colore di fondo forse troppo tendente al grigio pallido. Francamente mi sarei aspettato maggior contrasto ed un fondo più tendente al bianco, ma, sembra che sia una caratteristica saliente degli odierni display e-ink. Ad ogni buon conto non ne sono rimasto soddisfatto.

Interfacce

Le caratteristiche accessorie del prodotto, sono molto interessanti, soprattutto per ciò che concerne le possibilità di interfacciamento.

Sono presenti infatti uno slot Secure Digital (SD/MMC), un slot Compact Flash, una porta USB 2.0, un’interfaccia Wi-Fi (802.11g) e una porta Ethernet (mediante opportuno adattatore fornito in dotazione da collegare ad un connettore dedicato). Presente infine una memoria interna pari a 128 Mbyte per poter registrare localmente i propri testi senza ricorrere a supporti di memoria esterni.

  iLiad - Particolare interfacce e alloggiamento pennino   iLiad - altro particolare interfacce

La quantità di dispositivi di lettura consente di poter collegare all’iLiad quasi tutti i supporti di memoria più diffusi (perfino le schede Compact Flash). Non dimentichiamo inoltre che è sempre possibile effettuare la sincronizzazione con un PC per il trasferimento e/o la lettura di file.

Ho collegato con successo almeno due pen drive USB e sono riuscito a leggere diversi file PDF (principalmente manualistica) registrati su di essi senza alcun problema.

Difficoltoso il meccanismo di configurazione della connessione Wi-Fi che non sono riuscito a collegare alla mia rete domestica. Ho imputato il mio fallimento non ad una difficoltà di approccio al dispositivo, quanto un ad un discreto pasticcio nelle varie impostazioni di rete già presenti in esso (essendo un campione era passato già da diverse mani prima di arrivare al sottoscritto).

L’iLiad legge anche le pagine HTML e, tecnicamente, potrebbe anche essere utilizzato per navigare su internet. Non ho approfondito questa possibilità per le difficoltà appena citate.

  iLiad - manualistica integrata   iLiad - Pannello di controllo

Il display e-ink è anche di tipo tattile; sfortunatamente il sistema di rilevazione del “tocco” utilizzato non è di tipo resisitivo e necessita di uno speciale pennino (e solo di quello). Impossibile usare le dita o qualsivoglia altro oggetto di plastica appuntito. C’è da dire inoltre che il tempo intercorso tra il tocco sullo schermo e la risposta del lettore non è assolutamente istantaneo e, a lungo andare diventa irritante.

Pregi

Oltre al nutrito elenco di interfacce appena citato, la grandezza del display (con qualche riserva sulla qualità che, ripeto, riservo come giudizio estremamente personale) e la leggerezza, ho trovato molto comodo il grandissimo interruttore dedicato per “sfogliare” le pagine.

E’ posizionato in senso verticale lungo quasi tutto il lato sinistro del lettore. Può essere spostato a destra o a sinistra con il pollice simulando appunto lo scorrimento delle pagine nell’una o l’altra direzione.

Anche il rivestimento antiscivolo, morbido e gommoso al tatto, di cui è composto il case, fornisce una sensazione di estrema robustezza dell’oggetto. L’autonomia è encomiabile ed il tempo di ricarica completa è di appena 3 ore.

A titolo di cronaca, l’iLiad può anche essere utilizzato come lettore mp3. Non ho provato questa funzionalità dato che, ormai è presente un po’ in tutti i dispositivi multimediali in commercio. Costituisce comunque un gradito valore aggiunto.

Difetti

Il sistema operativo proprietario è lentissimo. Lento all’avvio (è necessario più di un minuto dall’accensione del lettore alla sua completa operatività), lento nello sfogliare le pagine (circa 2 secondi), lento in qualunque operazione.

E’ lento perfino nella funzionalità di memorizzazione di schizzi e appunti sui documenti letti. L’interazione con il pennino è snervante. Improponibile, a mio avviso, usarlo anche per questa finalità.

  iLiad - Schermata di avvio   iLiad - La visualizzazione di un documento pdf

Poco amichevole l’interfaccia utente. Le icone di servizio sono piccole e non proprio intuitive, Per essere produttivi è obbligatorio leggere tutta la manualistica in dotazione (che è comunque disponibile sul dispositivo).

La lettura è confortevole solo con i documenti ottimizzati per questa tipologia di lettore. Se si vogliono consultare i propri pdf o documenti di testo, è necessario utilizzare lo zoom, con tempi di risposta imbarazzanti ed un meccanismo di gestione non semplicissimo e anch’esso (mi dispiace ripeterlo) poco intuitivo.

Non ho amato molto l’effetto “chiaro scuro” che assume per poco più di un secondo il display e-ink al cambio pagina. Indagando in rete, sono venuto a conoscenza che è tipico della tecnologia utilizzata. Ne prendo atto, ma lo ritengo comunque fastidioso alla vista (perlomeno alla mia).

L’iLiad è costoso, anzi costosissimo. Quasi 600 € sono un po’ troppi per portarsi a casa “solo” un lettore di eBook con tempi di risposta così lenti. La concorrenza offre modelli con display sicuramente più modesti (5” o 6“), ma con prezzi ridotti fino ad un terzo e questo è un dettaglio non di poco conto.

Se consideriamo poi che, a brevissimo, verrà commercializzato l’iPad di Apple ad un prezzo base paragonabile a quello dell’iLiad (se non molto più basso), ci si accorge subito che non vi sarà confronto tra  i due oggetti, non dimenticando che il nuovo gadget di Cupertino potrà fare molte più cose ed avrà un display touch screen capacitivo a colori da quasi 10”.

Conclusioni

Sono fermamente convinto che i lettori di eBook siano il futuro, soprattutto per i nostri figli. In uno scenario ideale, ipotizzo che a breve i ragazzi possano andare a scuola portando con se un unico oggetto, con il quale leggere i testi di studio, scrivere i appunti, fare esercizi e ricerche, insomma tutto ciò che serve ad uno studio ordinato e metodico. Niente più zaini contenenti decine di kg di carta stampata, nessun albero abbattuto, migliore qualità ed approccio allo studio.

Gli attuali dispositivi in commercio costituiscono un primo passo avanti. Migliori performance, display a colori e funzionalità più avanzate saranno la “conditio sine qua non” per la loro diffusione ed un sicuro successo.

L’iLiad è, al momento, lo vedo ancora come un prodotto troppo di “elite” e, per certi versi, forse già un po’ vecchio. Meglio aspettare …

Esprimi il tuo giudizio

Commenti (3) -

hermansji
hermansji
21 feb 2010 alle 14:36  01
Completamente d'accordo con te. Hai fatto un post strepitoso!! Clap! Clap!
.:.
maury
maury
01 mar 2010 alle 12:02  02
Vero. Post molto interessante.

E il nuovo layout del blog è veramente bellissimo. Complimenti Cristià ;).
Cristiano
Cristiano
01 mar 2010 alle 21:23  03
Purtroppo questo Iliad sembra un oggetto indietro nei tempi. Le premesse erano buone ma, all'atto pratico, almeno per quanto mi riguarda, si è rivelato un oggetto poco gestibile e, a volte, inutilizzabile.
Riconosco però che ha un discreto fascino.

@ maury:
Complimenti graditissimi, soprattutto perchè (come avrai immaginato) ci ho lavorato molto Wink

Aggiungi Commento

biucitecode
  • Commento
  • Anteprima
Loading


| |   |  

Codice QR

Codice QR - cristianofino.net

Ultimi Commenti