Con la serie EeePC 1000, la Asus ha semplificato moltissimo le operazioni di aggiornamento di quelle che possono essere considerate le componenti “essenziali” di un Netbook, vale a dire la memoria di sistema (ovvero la RAM), la memoria di massa principale (ovvero il disco rigido) e, opzionalmente, anche la scheda di rete wireless.

Infatti, mentre c-wa ” on i primissimi modelli, ovvero la serie 700 e 900, era necessario smontare praticamente quasi tutto lo chassis del computer portatile, con la serie 1000 è possibile accedere in maniera rapida ed agevole alle già citate periferiche semplicemente rimuovendo un apposito sportellino posto al di sotto di esso, fissato con due piccole viti a croce.

La procedura di upgrade è quindi semplicissima e può essere effettuata sostanzialmente da chiunque abbia un minimo di dimestichezza con un giravite e sia in grado di acquistare un modulo di memoria.

Che tipo di memoria acquistare

Anzitutto è necessaria una precisazione importante: l’EeePC 1000 (nelle sue varie incarnazioni) ha in dotazione un unico zoccolo SoDIMM atto ad ospitare un solo modulo di memoria. Generalmente lo zoccolo è occupato dal modulo in dotazione che è da 1 Gbyte; per aumentare l-wa ” a memoria di sistema a 2 Gbyte è necessario rimuovere il modulo esistente e sostituirlo con un altro di capacità doppia, appunto 2 Gbyte (che è anche il massimo quantitativo di memoria indirizzabile dal chipset).

Ciò significa che, alla fine dell’operazione, avrete in avanzo un modulo di memoria apparentemente inutile che, però potrete utilizzare ad esempio per espandere la memoria di un notebook (a patto che possa utilizzare quel determinato tipo di SoDIMM) o, nella peggiore delle ipotesi, provare a rivenderlo su Ebay, dato che è un oggetto abbastanza richiesto sul mercato.

E’ necessario acquistare un modulo SoDIMM DDR2 (PC2-5300) da 667 MHz , della capacitò di 2 Gbyte: personalmente, mi sono procurato un modulo Corsair Value Select, che insieme a Kingston, rappresenta un prodotto di estrema qualità ad un prezzo ragionevole (con costo variabile dai 20 € ai 30 €) ed è garantito a vita. Se si riesce ad acquistare sul mercato estero, dato il cambio favorevole con il dollaro, si riescono a spuntare prezzi anche migliori.

Come effettuare la sostituzione

Il montaggio dell’oggetto è estremamente semplice: a computer spento (sarebbe opportuno anche rimuovere il pacco batterie, ma non è strettamente necessario), dopo avere svitato, con un piccolo giravite a croce,  le due viti che bloccano lo sportellino posiz-wa ” ionato al di sotto del netbook ed averlo rimosso, si individua lo zoccolo che ospita la memoria, che è posizionato in basso a destra.

Con estrema delicatezza si allargano leggermente i due fermi metallici posti ai lati del modulo di memoria che immediatamente verrà “liberato” con un piccolo scatto. A questo punto si sfila la schedina di memoria esistente e si sostituisce con quella nuova avendo cura di effettuare una leggera pressione fino a sentire nuovamente un “click”, segnale dell’avvenuto blocco in sede del pezzo.

Si rimonta lo sportellino appena rimosso avendo cura di inserire un piccolo dentino posto alla sua destra, nel suo apposito alloggiamento, e si fissa riavvitando le due piccole viti a croce nelle loro sedi.

L’operazione non è del tutto completata: è necessario accendere il netbook e tenere premuto il tasto F2. Questa manovra interromperà la fase di “quick boot” dell’EeePC e consentirà di entrare nel setup del BIOS. Una volta comparsa la schermata introduttiva del BIOS è opportuno verificare il quantitativo di memoria installato (che deve essere pari a 2 GByte) e quindi uscire avendo cura di “salvare le modifiche effettuate” (anche se in effetti non se ne è fatta alcuna).

Questa procedura è necessaria in quanto, di default, l’EeePC 1000 ha attiva un’opzione di “fast boot” che non effettua all’avvio la scansione dell’hardware installato: ciò significa che si rischia di continuare ad avere il proprio netbook che “vede” solo 1 Gbyte di RAM, pur essendone installati 2. E’ sempre opportuno comunque verificare successivamente il quantitativo di memoria disponibile in ambiente Windows XP , selezionando la voce Proprietà dal menù contestuale attivabile con un click destro del mouse sull’icona Risorse del Computer (generalmente presente sul desktop o comunque raggiungibile dal menù Start o dal Pannello di Controllo)

Non avendo provveduto a corredare la procedura con delle foto esplicative, ho preferito ripubblicare questo video (che non è in italiano, ma è molto ben fatto e comprensibilissimo anche solo osservando le immagini) che spiega in maniera molto semplice e passo dopo passo come sostituire il modulo SoDIMM e, addirittura anche il disco rigido.

Sostituire il disco rigido con uno di capacità maggiore

Il disco rigido in dotazione con l’EeePC 1000H ha una capacità di ben 160 Gbyte. A mio avviso, per la destinazione d’uso di un netbook sono più che sufficienti, ma per alcuni potrebbe non esserlo e, un giorno, si potrebbe rendere necessaria la sostituzione con uno di dimensione maggiore.

Facendo una ricerca in rete tra i forum di appassionati del netbook Asus, sembra che il modello che offre il miglior compromesso tra prestazioni, consumi e disponibilità di spazio, sia il Western Digital Scorpio Black WD3200BEKT da 320 GByte (7200 rpm, SATA-300 e 5 anni di garanzia) che, tra l’altro, è proprio il modello installato nel video proposto.

Tagli maggiori sembra che comportino problemi in termini di assorbimento e conseguente minora durata della batteria (oltre ad altri effetti collaterali come minore silenziosità e, evidentemente, maggiore produzione di calore).

Il modello proposto ha uno street price che, al momento si colloca tra i 60 € e gli 80 € (non proprio economicissimo).

Ancora nessun commento, esprimi la tua opinione!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.